Le proprietà riscaldanti dello zenzero

Lo zenzero (Zingiber officinale Roscoe) è una delle spezie più usate al mondo. Impiegato da sempre soprattutto in Cina e India, rientra tra le piante officinali della medicina tradizionale di questi paesi per la cura di diversi disturbi. Già in alcune fonti del IV secolo a.C. viene menzionato come rimedio per numerose patologie, dal mal di stomaco alla nausea, dai reumatismi al mal di denti.

La tradizione ayurvedica inserisce lo zenzero tra le spezie più utili e gli attribuisce proprietà “riscaldanti”. I principali ingredienti attivi includono composti fenolici chiamati gingeroli.

Nella moderna fitoterapia i preparati a base di zenzero sono utilizzati principalmente per contrastare la nausea e il vomito nelle donne in gravidanza, ma anche in altre condizioni in tutte le forme di cinetosi (mare, auto…) e può essere assunto anche dai bambini.
L’uso di integratori a base di zenzero migliora anche i sintomi associati ad alcuni tipi di chemioterapie. Dato che questa radice e i suoi metaboliti si concentrano nel tratto gastrointestinale, molti studi supportano l’effetto di questa pianta proprio sullo stomaco. Ma i numerosi studi che sono stati condotti sullo zenzero negli ultimi anni, stanno dimostrando che i componenti della pianta hanno anche funzioni e target diversi. Sono state dunque segnalate numerose altre azioni farmacologiche di potenziale interesse terapeutico, che potrebbero ampliare lo spettro del suo utilizzo clinico. Ad esempio, alcuni studi clinici indicano lo zenzero per migliorare i sintomi dell’artrosi e migliorare la qualità della vita delle persone che soffrono di dolori osteoarticolari.

Questa revisione alla quale hanno contribuito anche ricercatori italiani mira a dare un colpo sulle azioni antinfiammatorie, analgesiche e metaboliche dei preparati di Zingiber officinale, con una discussione sulle applicazioni cliniche nell’osteoartrosi del ginocchio, dismenorrea, diabete di tipo 2, iperlipidemia, sovrappeso e obesità.

 

Pagano E, Souto EB, Durazzo A, Sharifi-Rad J, Lucarini M, Souto SE, Salehi B, Zam W, Montanaro V, Lucariello G, Izzo AA, Santini A, Romano B. Ginger (Zingiber officinale Roscoe) as a nutraceutical: Focus on the metabolic, analgesic, and antiinflammatory effects. Phytother Res. 2020 Dec 5.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.