Tè verde e ipertensione, una metanalisi

Diversi studi condotti su animali e ricerche osservazionali sull’uomo hanno mostrato gli effetti benefici dell’assunzione di tè verde sulla pressione arteriosa, in particolare in caso di ipertensione, mentre gli studi randomizzati e controllati (RCT) hanno finora dato risultati contrastanti.

Questa revisione sistematica della letteratura con metanalisi di RCT ha valutato gli effetti della supplementazione di tè verde sui valori pressori.

È stata condotta una ricerca sistematica di tutti gli studi pertinenti sulle banche dati medico-scientifiche PubMed, Embase e Cochrane Library, dall’inizio delle pubblicazioni fino all’agosto 2019.

I risultati sono stati raggruppati e valutati con metodologie consolidate e la qualità degli studi è stata valutata utilizzando il punteggio sulla scala Jadad.

Sono stati inclusi nella metanalisi ventiquattro studi con un totale di 1697 partecipanti. I risultati aggregati hanno mostrato che il tè verde ha ridotto in modo statisticamente significativo la pressione sistolica (P = 0,02) e quella diastolica (P = .004).

Nel complesso, scrivono gli autori della metanalisi, il tè verde ha ridotto significativamente sia la pressione sistolica che quella diastolica nel corso di studi per lo più a breve termine.

Sono quindi necessari studi più ampi e a lungo termine per approfondire questi promettenti effetti della supplementazione di tè verde sul controllo della pressione arteriosa e sugli eventi clinici ad essa correlati.

 

Fonte: Renfan Xu et al. Effect of Green Tea Supplementation on Blood Pressure: A Systematic Review and Meta-Analysis of Randomized Controlled Trials. Medicine (Baltimore). Feb 2020.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.