Cannella, una spezia versatile

 

 

 

 

 

 

 

L’emicrania è il tipo più comune di cefalea primaria e rappresenta la terza patologia più frequente e la seconda più disabilitante secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità. La sua rilevanza clinica deriva dall’intensità e dalla frequenza degli attacchi dolorosi, che peggiorano drasticamente la qualità della vita delle persone che ne soffrono.

In questo disturbo l’aumento dei livelli di interleuchina-6 (IL-6), del peptide correlato al gene della calcitonina (CGRP), vasodilatatore coinvolto nella trasmissione del dolore neuropatico, e dell’ossido nitrico (NO determinano infiammazione e dolore neurogeno.

La cannella o cinnamomo, un albero sempreverde della famiglia delle Lauracee originario dello Sri Lanka da cui si ricava l’omonima spezia, ha proprietà antinfiammatorie e neuroprotettive.

Questo studio iraniano ne ha valutato l’effetto sugli attacchi di emicrania e sullo stato infiammatorio.

Cinquanta pazienti con emicrania sono stati suddivisi con metodo casuale (randomizzazione) in due gruppi: il primo ha ricevuto 3 capsule al giorno di polvere di cannella (ciascuna contenente 600 mg di cannella), mentre il gruppo di controllo ha ricevuto 3 capsule di placebo al giorno (ciascuna contenente 100 mg di amido di mais) per 2 mesi.

Al basale e alla fine dello studio sono stati misurati i livelli sierici di IL-6, CGRP e NO; la frequenza, la gravità e la durata degli attacchi sono state registrate utilizzando un questionario validato.

Questi i risultati: le concentrazioni sieriche di IL-6 e NO sono risultate ridotte in modo statisticamente significativo nel gruppo cannella rispetto al gruppo controllo, mentre i livelli sierici di CGRP sono rimasti invariati in entrambi i gruppi. La frequenza, la gravità e la durata degli attacchi di emicrania erano molto ridotte nel gruppo cannella rispetto al gruppo di controllo.

La conclusione degli autori è che la supplementazione di cannella ha ridotto l’infiammazione alla base del disturbo, nonché la frequenza, la gravità e la durata del mal di testa nei pazienti con emicrania. La cannella potrebbe quindi essere considerata un rimedio sicuro per alleviare il dolore e altri sintomi correlati all’emicrania.

 

Fonte: Azadeh Zareie, Amirhossein Sahebkar, Fariborz Khorvash, et al. Effect of Cinnamon on Migraine Attacks and Inflammatory Markers: A Randomized Double-Blind Placebo-Controlled Trial. Phytother Res. 2020 Jul 7.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.