L’estratto di semi d’uva riduce la pressione

shutterstock_63242263Lo scopo del presente studio è stato quello di testare l’estratto di semi d’uva (GSE) come ingrediente funzionale per abbassare la pressione sanguigna (BP) in soggetti con pre-ipertensione. Si è trattato di uno studio clinico monocentrico, randomizzato, in doppio cieco e controllato verso placebo della durata di 12 settimane. Nello studio sono stati coinvolti 36 adulti di mezza età con pre-ipertensione che sono stati assegnate random (1:1) al gruppo placebo (n =18) o al gruppo con GSE (n =18). Lo studio è stato completato da 29 persone (17 nel gruppo placebo e 12 in quello con GSE). L’estratto è stato assunto in forma di succo (40 kcal) contenente 0 mg (placebo) o 300 mg/die di GSE (150 mg), due volte al giorno per 6 settimane. La fase di trattamento è stata preceduta da due settimane di preparazione con somministrazione di placebo e da 4 settimane di follow-up senza assunzione di alcun trattamento. Durante lo studio è stata monitorata la compliance; la pressione è stata valutata alle settimane 0, 6 e 10, mentre campioni di sangue sono stati raccolti alle settimane 0, 3, 6 e 10. Dalla sperimentazione è emerso che 6 settimane di trattamento con GSE hanno ridotto significativamente la pressione sistolica (SBP) del 5.6% (p = 0.012) e quella diastolica (DBP) del 4.7% (p = 0.049). Questi dati sono risultati significativamente differenti (SBP: p = 0 .03) o tendenti alla significatività (DBP: p = 0.08) rispetto a quanto registrato nel gruppo placebo. 4 settimane dopo la sospensione del trattamento i valori pressori sono tornati ai livelli basali. Le persone con i valori pressori più elevati al basale hanno ottenuto riduzioni maggiori della pressione arteriosa: quasi il doppio della dimensione del beneficio (effect size). A conclusione della supplementazione con GSE l’insulina a digiuno e la sensibilità all’insulina tendevano a migliorare (rispettivamente p = 0.09 e p = 0.07). Non sono stati osservati cambiamenti significativi relativamente ai lipidi, alla glicemia, al colesterolo LDL ossidato, alla dilatazione flusso-mediata o relativamente alle molecole di adesione vascolare. Dopo 6 settimane di GSE le concentrazioni plasmatiche totali di acido fenolico erano 1.6 volte più elevate di quanto rilevato nel gruppo placebo. Nelle loro conclusioni gli autori osservano che l’assunzione di GSE è risultata sicura e in grado di migliorare la pressione del sangue. Ricerca realizzata da associati a: Center for Nutrition Research, Institute for Food Safety and Health, Illinois Institute of Technology, Chicago, IL, USA.

 

Park E, Edirisinghe I, Choy YY, Waterhouse A, Burton-Freeman B. Effects of grape seed extract beverage on blood pressure and metabolic indices in individuals with pre-hypertension: A randomised, double-blinded, two-arm, parallel, placebo-controlled trial. Br J Nutr 2016, Jan 28;115(2):226-38.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.